•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 2 gennaio, 2016

articolo scritto da:

Al via il mercato di riparazione: le big cercano il tassello mancante

elshaarawy-milan

Mancano due giorni all’apertura del mercato di riparazione e se è vero che le squadre vanno pensate e costruite in estate tutte le big della nostra Serie A sono comunque alla ricerca di almeno un tassello mancante utile a completare la rosa e a colmare quei vuoti evidenziati dalle prime 17 giornate di campionato.

L’Inter di Roberto Mancini capolista e autrice di una prima parte di stagione assolutamente sorprendente ha bisogno di un esterno di difesa e di un regista di centrocampo: bocciato Montoya e con gli altri esterni in rosa sul piede di partenza il nome caldo è quello di Caceres. Il difensore uruguayano conosce già il nostro campionato, garantisce affidabilità e all’occorrenza può ricoprire più ruoli. In mezzo al campo, tanta grinta e muscoli, quello che manca è un uomo in grado di orchestrare il gioco: il profilo giusto risponde al nome di Biglia, ma per ora sembra essere più una suggestione di mercato che una possibilità concreta.

Subito dietro all’Inter, Napoli e Fiorentina: I campani sono alla ricerca di un centrale di difesa e di un mediano. Gli obiettivi restano quelli appena sfiorati la scorsa estate: dietro il sogno resta Maksimovic, in mediana Sarri vorrebbe riportare a se un altro pezzo del suo Empoli, Vecino. Entrambe le piste però sono tutt’altro che facili da percorrere. La Fiorentina invece è alla ricerca disperata di un centrale di difesa: solo 4 i centrali in rosa per Paulo Sousa ma Roncaglia e Tomovic non garantiscono la necessaria affidabilità. Anche in Toscana è tornato di moda un nome già circolato ad agosto, quello di Lisandro Lopez.

Juventus e Milan invece sono alla ricerca di un centrocampista centrale di quantità e qualità. I sogni, forse irrealizzabili ancor più nel mercato di gennaio, rispondono ai nomi di Gundogan e Witsel. Per i rossoneri però la priorità, dopo il cambio di modulo e la scelta del 4-4-2, resta un esterno di centrocampo: Cerci non ha convinto, Honda è troppo discontinuo e il “nuovo acquisto” Boateng in quel ruolo non ha mai giocato. Discorso diverso per la Roma che come l’Inter è alla ricerca di un esterno di difesa: il nome, anche in questo caso tornato di moda, è quello di Adriano del Barcellona. I giallorossi inoltre con la partenza di Iturbe andranno anche alla ricerca di un esterno di attacco: Perotti o El Shaarawy i nomi nuovi.

Due giorni, e il mercato aprirà ufficialmente. Presidenti e dirigenti avranno un mese di tempo per realizzare i sogni dei tifosi e per colmare vuoti e lacune delle proprie squadre. Infondo i desideri dei rispettivi allenatori da agosto non sono cambiati di molto.

 

 

articolo scritto da: