•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 12 marzo, 2016

articolo scritto da:

C’è Inter-Bologna, per Mancini e i suoi vietato distrarsi

Inter e Mancini in cerca di continuità

Inter-Bologna, per i nerazzurri vietato distrarsi. L’Inter di Roberto Mancini cerca continuità. Dopo l’ottima prestazione contro il Palermo, a San Siro arriva il Bologna di Donadoni. I nerazzurri vogliono festeggiare i 108 anni di storia compiuti lo scorso 9 marzo. In tribuna è atteso anche il presidente Thohir. Fuori casa i felsinei fanno paura, Mancini vuole partire subito forte: tridente d’attacco con Ljajic e Perisic a supporto di Icardi. Ma non è escluso l’impiego di Eder: per lui ballottaggio con il diffidato Kondogbia.

L’occasione è ghiotta. Dopo il 3-1 al Palermo, Mancini vuole conquistare la seconda vittoria consecutiva tra le mura di San Siro: almeno per una notte, l’Inter tornerebbe in corsa per il discorso Champions. Possibile ritorno al 4-3-3 con il rientro di Brozovic in mediana insieme a Medel e al diffidato Kondogbia. Per quest’ultimo, ballottaggio con Eder. Il tecnico jesino, con l’italo brasiliano titolare, opterebbe per il 4-3-2-1. Tra i pali, la certezza: rientra Handanovic, dopo l’attacco influenzale che gli ha fatto saltare l’ultima gara di campionato.

Il Bologna di Donadoni è un osso duro. Lo sa bene Mancini che, nella conferenza stampa della vigilia, ha detto: “Al Bologna sarà dura fare gol”. I numeri parlano chiaro: 391 minuti a porta inviolata per i felsinei e ritmi da grande lontano dalle mura amiche del Dall’Ara. Su 8 gare in trasferta, 5 vittorie ed un pareggio.

Vietato distrarsi.  Mancini lo sa bene: “Dobbiamo stare attenti, non possiamo pensare già alla Roma. Donadoni sta facendo benissimo ed è un grande allenatore. Il Bologna può crearci dei problemi e sarà una gara difficile. Ha ritrovato tranquillità, difende bene e davanti è pericoloso con Destro e Giaccherini”, ha detto alla vigilia.

Con l’assenza di Mounier, Donadoni sarebbe pronto a schierare Rizzo al fianco di Giaccherini e Destro nel tridente di attacco. Quest’ultimo, uno degli ex della serata, è stato l’ultimo marcatore dei rossoblù nella partita vinta per 1-0 in casa dell’Udinese, tre turni fa. Un ex nerazzurro per reparto, nei rossoblù. Oltre a Destro, saranno in campo Mbaye e Taider. Il primo sarà il terzino destro nella difesa composta da Gastaldello, Maietta e Masina; Taider andrà a costituire la linea mediana insieme ai giovani Diawara e Donsah.

Occhi bene aperti nel secondo tempo. L’Inter ha realizzato, nei secondi 45’ minuti fin qui disputati, 22 gol: 7 in più di quelli realizzati nelle prime frazioni di gioco. 13 di questi 22 sono arrivati proprio tra le mura di San Siro. Il Bologna subisce, nei secondi tempi, il triplo dei gol che subisce nelle prime frazioni di gioco: 24. Nove di questi, i felsinei li hanno incassati fuori casa: più del doppio di quelli subiti nei primi tempi.

 

 

PROBABILI FORMAZIONI

 

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Nagatomo, Miranda, Juan Jesus, D’Ambrosio; Brozovic, Medel; Eder, Ljajic, Perisic; Icardi.

All. Mancini.

 

BOLOGNA (4-3-3): Mirante; Mbaye, Gastaldello, Maietta, Masina; Donsah, Diawara, Taider; Rizzo, Destro, Giaccherini.

All. Donadoni.

articolo scritto da: