•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: lunedì, 14 settembre, 2015

articolo scritto da:

Marc Marquez vince una delle gare più spettacolari del MotoGP grazie alla strategia

Marc Márquez 2015Marc Marquez ha trionfato in una delle gare più spettacolari del MotoGP davanti a Bradley Smith e Scott Redding. Un numero da record quello dei tifosi, ben 92000 quest’anno al Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini, i quali sono stati testimoni di una gara svoltasi in condizioni difficili, come non se ne vedevano da anni. Quinto posto per Valentino Rossi che segue alla grande distanza di 33 secondi, il pilota spagnolo Marquez. Non cambia per il Dottore la classifica, che lo vede ancora al primo posto con 247 punti, mentre Marquez segue al terzo posto con 184 punti. Nonostante il dominio in classifica di Rossi, ci si sarebbe aspettati un andamento differente in questa gara, con un piazzamento migliore del pilota italiano motivato dalla corsa disputata “in casa”. Diventa quindi difficile quindi fare previsioni per la prossima corsa al circuito Motorland Aragon, nel quale i due spagnoli, Marquez e il fortissimo Jorge Lorenzo, rispettivamente al terzo e secondo posto in classifica piloti dietro Rossi, potrebbero dare il meglio di sé e ingaggiare una durissima battaglia contro la Yamaha di Valentino, motivati dalla sede del Gran Premio che si svolge in Spagna.

Marquez indovina la strategia e vince la sfida sull’asfalto bagnato

In questa gara di Misano, Marc Marquez a bordo della sua Repsol Honda, ha meritatamente vinto grazie a un gioco di strategia col quale ha saputo interpretare le dure condizioni di una pista che ha cominciato a bagnarsi al momento della partenza per poi presentarsi, dopo la pioggia, semiasciutta sul finale della corsa. Gara molto negativa invece per il pilota Yamaha Jorge Lorenzo, il quale spreca l’opportunità di superare Valentino Rossi in classifica e forse compromette la possibilità di vincere questo campionato 2015. Sono infatti proprio le condizioni della pista a tradire il pilota Yamaha che, a soli sette giri dalla fine, scivola a causa dell’acqua presente a macchie sulla pista, e perde il controllo della moto.

De Angelis cade nella gara di casa

Nota di colore della giornata è il ritiro già al nono giro, proprio di un pilota di San Marino, Alex De Angelis, il quale viene “falciato” dalla caduta del pilota colombiano Yonny Hernández. Nella caduta De Angelis riporta fortunatamente solo un una escoriazione all’anca destra. Il pilota sammarinese ha poi dichiarato: “Questa poteva essere una gara molto importante per noi. Sono riuscito a partire bene inserendomi subito nel gruppo dei piloti davanti a me e quando è arrivata la pioggia ho fatto bene ad aspettare un giro prima di rientrare. Così facendo sono riuscito a guadagnare molte posizioni ma all’improvviso, dopo aver passato Hernández ho sentito una gran botta e sono finito a terra. Nella caduta mi sono fatto male ad un’anca, fortunatamente non ho fratture ma solo tanto dolore. È veramente un peccato perché nelle condizioni nelle quali si è corso a Misano potevo fare una gara importante per me e per la squadra”.

Davide Tramparulo

articolo scritto da: