•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 1 aprile, 2015

articolo scritto da:

Milan, tra l’addio di De Jong e Mr. Future Cola

milan-bufala-libanesi-inzaghi

Il futuro di De Jong è sempre più lontano dal club milanese. Stando a quanto riportato dal quotidiano torinese Tuttosport, il mediano olandese sarebbe intenzionato a lasciare i rossoneri per sposare il progetto del Manchester Utd, da tempo sul tulipano rossonero. De Jong infatti, ritroverebbe il tecnico connazionale Van Gaal e avrebbe già trovato un pre accordo con il club inglese, per uno stipendio che si aggira intorno ai 5,5 milioni a stagione.

Giocatore che va, dirigente che viene…

Nuovo possibile ingresso in società per il Milan. Si tratta di Zong Qinghou, fondatore e presidente della Future Cola, la più grande azienda di bevande in Cina. Stando a quanto riportato dai quotidiani locali, Zong avrebbe chiesto informazioni su una sua possibile collaborazione con il Milan, ma fino a questo momento in casa Fininvest tutto tace. Insomma, stando a queste ultimissime indiscrezioni pare davvero che il futuro del club rossonero sia in Oriente: il nome di Zong è soltanto l’ultimo di una lunghissima serie di ricchi imprenditori interessati. L’unica cosa vera è che Silvio Berlusconi difficilmente cederà la maggioranza delle quote societarie ai vari tycoon che hanno bussato a Casa Milan. Dopo quasi trent’anni di successi, l’ex Cavaliere continua a giurare amore eterno al Diavolo.

future-cola-milan

Paletta sul finale di stagione: “Ce la possiamo ancora fare”

Intanto i rossoneri dovranno ripartire al meglio in vista del delicato impegno di campionato contro il Palermo. Il difensore italo-argentino, Gabriel Paletta è comunque parso fiducioso sul finale di stagione. Ecco le sue parole riportate a Sky: “Dobbiamo crederci per forza, ci sono ancora 10 partite. Se giochiamo come nelle ultime gare nelle quali siamo migliorati tanto, saranno più i match che vinceremo rispetto a quelli che perderemo. Inzaghi ci crede, come tutti noi. Siamo noi che entriamo in campo, tutti insieme ce la possiamo fare”.

Giacomo Colaprice

articolo scritto da: