•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: sabato, 14 novembre, 2015

articolo scritto da:

Pray For Paris, tutto il calcio unito per Parigi

pray for Paris

La tragedia che la scorsa notte ha colpito Parigi non lasciato indifferente il mondo del calcio: sono stati tantissimi i giocatori, le società e gli addetti ai lavori che hanno affidato ai propri social network messaggi di sostegno e di vicinanza per quanto accaduto nella capitale francese attraverso l’hashtag #PrayForParis. Da El Sharawy a Marchisio passando per tantissime società di calcio, nessuno ha voluto far mancare il proprio appoggio alla Francia.

Proprio i social network nella notte avevano rappresentato anche un utile strumento di solidarietà: l’hashtag #Porteouverte era stato usato dai cittadini parigini per offrire ospitalità alle persone bloccate in strada.

Sulla tragedia di Parigi era intervenuto anche Antonio Conte che al termine della partita della nostra Nazionale con il Belgio si era detto molto preoccupato: “c‘è paura, Se si utilizzano situazioni particolari per fare attentati, viene tanto timore. È evidente che di fronte a queste vicende tutto passa in secondo piano. Speriamo che questi atti di violenza non abbiano la meglio su tutto“. Sulla stessa linea anche Bonucci : “È una sensazione bruttissima, e il mio pensiero va all’Europeo(..)Ma non è il problema dello stadio con 60 mila persone o del ristorante con 20, il problema è che colpiscono a prescindere, è questa la cosa che fa più paura“.

Intanto la Lega di Serie B ha scelto di manifestare la propria solidarietà alla Francia e a Parigi in modo molto eloquente: prima del minuto di silenzio disposto da Coni e Figc tutte le squadre entreranno in campo con la bandiera francese aperta e sarà anche suonata la Marsigliese in tutti gli stadi del campionato cadetto.

 

articolo scritto da: