•  
  •  
  •  
  •  
  •  

pubblicato: mercoledì, 22 aprile, 2015

articolo scritto da:

Napoli-Wolfsburg, vademecum per i tifosi: “Attenti ai borseggiatori”

fallimento-napoli

Non è piaciuto alla città di Napoli e a tutti i napoletani il vademecum pubblicato sul sito del Wolfsburg e destinato a tutti i tifosi tedeschi che nelle prossime ore raggiungeranno il capoluogo campano per il ritorno dei quarti di Europa League. In poche, pochissime parole, il club tedesco avverte i propri supporters sulla pericolosità della trasferta sotto il Vesuvio, sconsigliando determinate zone ed invitandoli a muoversi in gruppo per la città.

“State attenti ai borseggiatori, possono essere ovunque”

Nonostante la batosta subita all’andata (4 a 1 per la squadra di Benitez, ndr), al San Paolo non mancheranno i tifosi del Wolsfburg che ne approfitteranno per farsi un viaggio di piacere. A metterli in guardia però, ci pensa un comunicato ufficiale da parte del club tedesco il cui contenuto potrebbe creare qualche piccolo incidente diplomatico. “A Napoli i borseggiatori sono ovunque” avvisa il club della Bundesliga, “vi invitiamo a non frequentare luoghi affollati come i mezzi pubblici, a non lasciare oggetti di valore in auto e a non farvi ingannare da soggetti soltanto apparentemente amichevoli”. Insomma, cari tifosi verde bianchi state attenti perché Napoli potrebbe non essere una città sicura.

napoli-wolsfburg

“Evitate di insultare gli altri tifosi e state attenti al traffico”

Il comunicato non si ferma soltanto all’ “elevato rischio di furti”. “Non rispondete alle provocazioni e” chiede il club, “non insultate i tifosi napoletani con espressioni poco piacevoli sia fuori che dentro lo stadio”: evidentemente, anche in Germania è giunta voce dei continui ed odiosi cori contro la tifoseria napoletana, cori che vengono puntualmente condannati dal nostro giudice sportivo. Ecco poi che si ricorda ai tifosi più coraggiosi, quelli pronti ad affrontare una trasferta di oltre 1700 kilometri, che le nostre forze dell’ordine non fanno sconti a nessuno sia per i limiti di velocità che per chi si mette alla guida alticcio (“Rispettate le regole del codice della strada”). Infine, un avvertimento che potrà non piacere al sindaco Luigi De Magistris e a tutti i suoi assessori: “Prestate attenzione ai semafori e alle strisce pedonali perché il traffico di Napoli è piuttosto vivace e non sempre vengono rispettate le regole”.

articolo scritto da: